5 CONSIGLI PER MANTENERE ALTA LA MOTIVAZIONE IN PALESTRA!

A molti di noi è capitato di iscriversi in palestra con i migliori buoni propositi e poi settimana dopo settimana assistere ad un netto calo del nostro impegno e della nostra motivazione, vuoi per mancanza di tempo, eccessiva stanchezza o anche solo semplice noia.
Ma come si può evitare di “impigrirsi” e non perdere la motivazione? Ecco 5 consigli pratici per riuscirci!

Fitness dance1. Stendere una pianificazione scritta degli OBIETTIVI con caratteristiche ben precise. Dovranno essere stimolanti, specifici, ambiziosi, ma allo stesso tempo realistici, misurabili e suddivisi in step temporali a breve, medio e lungo termine.

2. Una strategia per motivare alla pratica sportiva consiste nel VALUTARE IL PROPRIO STATO ATTUALE, definire lo stato desiderato e determinare con il proprio trainer come colmare il gap che li separa, ben consapevoli del fatto che se vogliamo ottenere risultati differenti, dovremo cambiare l’antefatto. D’altronde, “se fai quello che hai sempre fatto, otterrai quello che hai sempre ottenuto!”.

3. Un modo molto efficace per alimentare motivazione è quello di tenere DIARIO DI ALLENAMENTO per misurare, monitorare e valorizzare i progressi fatti, ricordandosi di procedere un passo alla volta, ma allo stesso tempo senza dimenticare da dove si è partiti inizialmente.

4. Prediligere ATTIVITÀ IN GRUPPO certamente aiuta a prevenire la noia, accresce la motivazione e favorisce il raggiungimento dell’obiettivo ultimo, rappresentato in questo caso dall’acquisizione dell’abitudine stabilizzata all’esercizio fisico. Gruppi di allenamento omogenei per caratteristiche fisiche, obiettivi e competenze motorie dei partecipanti possono incentivare la nostra frequenza in palestra.

5. Avere sempre un APPROCCIO POSITIVO che ci aiuti a spostare il focus della nostra attenzione dalla fatica alle sensazioni positive, ovvero quello che anche i grandi atleti chiamano flow, lo stato di grazia derivante dalla percezione di autoefficacia nello svolgere attività sportiva, nonchè sul senso di rilassamento, benessere e consapevolezza corporea derivante dall’attività motoria.

Non da ultimo, evitate di essere ossessivamente severi o richiedenti con voi stessi e ricordate sempre di premiarvi e gratificarvi anche per i più piccoli risultati raggiunti!

Testo a cura della Dott.ssa Stefania Ortensi, Psicologa dello Sport

16617523_s

Annunci